Home » Progetti

Progetti

 - Festival Maria Callas

Il festival ha collaborato con il Comune di Fiuggi per il progetto “La Lirica dell’Acqua” con le Lyric Signature Collections disegnate dall’Atelier Progetto Arte Poli per le 100 bottiglie della Collection Gold prevista per le celebrazioni del 2023: dieci etichette artistiche raffiguranti le note di Casta Diva, la celebre Aria dalla Norma di Vincenzo Bellini

Archio Storico Tommasoli

Archio Storico Tommasoli - Festival Maria Callas

Nasce una preziosa partnership con l’Archivio Storico Tommasoli che donerà al vincitore del Premio Internazionale Maria Callas la ristampa Fine Art di pregio, in tiratura limitata, di uno tra i ritratti della Divina scattati a Verona da Filippo e Fausto Tommasoli nel 1947.

 - Festival Maria Callas

In occasione del Centenario della nascita di Maria Callas, l'Archivio Tommasoli ha creato il logo ufficiale delle celebrazioni del Festival con la foto scattata da Filippo e Fausto Tommasoli durante gli anni veronesi.

Medaglia del centenario Maria Callas

Medaglia del centenario Maria Callas - Festival Maria Callas

Tra i progetti speciali della nuova edizione, c’è la sinergia intrapresa con l’ACCADEMIA DI BELLE ARTI STATALE DI VERONA che ha organizzato un workshop di progettazione rivolto agli studenti di Design, con l’obiettivo comune di realizzare una moneta celebrativa per il centenario callassiano. Il progetto rientra nelle attività promosse dal festival #veronacallas100 Callas Evolution a vocazione didattica e ha visto la partecipazione degli studenti di Design coordinati dalla prof.ssa Antonella Andriani, che dirige il Dipartimento di Progettazione e Arti Applicate dell’Accademia scaligera e che ha guidato i ragazzi nel workshop, supportata dal maestro Nicola Guerini e coadiuvata da Andrea Mezzetti art director dell’Atelier Progetto Arte Poli. Il risultato è una collezione di opere ispirate al fenomeno Callas, artista, donna e mito che costituiscono la sintesi espressiva di un laboratorio delle idee capace di tradurre il magnetismo e l’immagine iconica del soprano greco-americano in un simbolo di valorizzazione collettiva e segno tangibile di riconoscimento del valore raggiunto nelle diverse discipline al loro massimo livello. La Commissione tecnica, formata dalla prof.ssa Antonella Andriani, dal maestro Nicola Guerini e da Andrea Mezzetti, ha valutato le 21 proposte elaborate dai giovani designer e apprezzato la qualità di tutti i progetti. Vincitore è risultato il progetto 100 Petali di Christian Faes, che ha sintetizzato, in un segno tanto essenziale gli anelli ellittici dell’anfiteatro areniano e un palcoscenico a forma di petalo dal colore rosso acceso, a indicare la forza tragica della Divina e il fuoco greco che nutre la sua arte. 100 monete richiamano la metafora del fiore attraverso cui la forma di ciascun petalo vibra con gli altri come una comunità consapevole e responsabile del proprio patrimonio. La moneta celebrativa vincitrice, con l’hashtag (#100petalicallasverona), sarà realizzata dall’Atelier Arte Poli in 100 copie numerate da conferire entro il prossimo 2 dicembre 2024 alle 100 eccellenze segnalate da un Comitato scientifico, tra artisti, intellettuali, imprenditori che si sono distinti per il loro talento, le idee, l’arte e lo sviluppo delle comunità in cui operano.

Premio Internazionale Giovanni Zenatello

Premio Internazionale Giovanni Zenatello - Festival Maria Callas
Il tenore dei due mondi.
Artista e manager, scopritore di Maria Callas.

Giovanni Zenatello, tenore veronese di fama internazionale e impresario teatrale in Italia e all!estero, fu artista di sensibilità moderna e uomo di teatro dalle geniali intuizioni, di visionaria proiezione al futuro per il mondo dell'opera lirica. Dotato di voce brunita e squillante, nel 1902 debuttò alla Scala di Milano sotto la direzione di Arturo Toscanini e fu interprete di ruoli drammatici ed eroici, ricordato come specialista di Radames in Aida e soprattutto come Otello di Giuseppe Verdi. Il 17 febbraio 1904 fu interprete di Pinkerton alla prima assoluta della Madama Butterfly di Puccini alla Scala e poi ancora per la versione riveduta dell!opera a Brescia. Nel 1913 il suo apporto fu decisivo per la trasformazione dell'Arena di Verona in teatro d'opera all'aperto, finanziando la realizzazione di una spettacolare Aida da cui avrebbe preso il via il festival lirico più popolare al mondo. Quando si ritirò dalle scene si dedicò all'insegnamento e aprì a New York una famosa scuola di canto. Non va dimenticato che fu anche talent scout di raffinato intuito: fu lui a scoprire cantanti destinati alla celebrità come Miguel Fleta, Lily Pons, Nino Martini e, soprattutto, Maria Callas.

Il Festival Internazionale Maria Callas è lieto di annunciare la partnership con la famiglia Zenatello per la presentazione e il conferimento del Premio Internazionale Giovanni Zenatello, che da quest'anno - con il patrocinio del Comune di Verona - verrà consegnato il 2 agosto, durante la cerimonia del premio dedicato alla Divina. Un contributo significativo che arricchisce le attività del festival ricordando il tenore Zenatello, scopritore del soprano che egli ascoltò in un'audizione a New York, intuendone subito il talento e scritturandola per 4 recite a 40.000 lire ciascuna (poi furono 5 le recite) ne La Gioconda di Amilcare Ponchielli nella stagione del 1947, di cui era direttore artistico. Da quel debutto il legame del soprano greco-americano con Verona resta indelebile come lo è quello di Zenatello, artista che ideò la stagione areniana con l'Aida del 1913, sotto la direzione di Tullio Serafin, maestro che diresse la giovane Callas nel debutto areniano, diventandone presto suo mentore. Il prestigioso riconoscimento, è un’opera in ottone realizzata dall’orafo Pino Antoniazzi che rappresenta il legame del tenore con la nostra città e un ponte con New York, città in cui egli abitava e dove ascoltò Maria Callas, ma è anche la città in cui il soprano nacque nel 1923. A questa importante sinergia aderisce con entusiasmo Confcommercio che, nella sensibilità del suo presidente, il dott. Paolo Arena, vuole accentuare come Zenatello sia importante nella memoria della nostra città e nel binomio con la Callas.

Il Premio Internazionale Giovanni Zenatello si inserisce nelle attività del centenario callassiano e darà vita a un Comitato che intende coinvolgere le istituzioni cittadine e internazionali per festeggiare nel 2026 i 150 anni dalla nascita del tenore.

***

«Giovanni Zenatello è un artista fondamentale nella storia di Verona e nell’ascesa artistica della giovane Callas - dichiara Nicola Guerini, promotore del festival e premio Maria Callas - il nostro territorio non può e non deve dimenticare figure che con le loro visione e il loro talento hanno inaugurando una nuova epoca per le comunità. La Callas e Zenatello sono legati indissolubilmente tra di loro e a Verona: la Callas deve a lui il debutto sul palcoscenico areniano, Verona deve a lui la magia del teatro all’aperto più grande del mondo».

«Il maestro Nicola Guerini, ideatore e promotore del Premio Maria Callas, da anni ricorda il ruolo del tenore Giovanni Zenatello nel debutto del giovane soprano greco-americano e nella storia della nostra città. Da quest’anno il premio dedicato alla Divina sarà affiancato a quello dedicato al tenore e manager, suo scopritore e pigmalione. - afferma Giovanni Zenatello - La famiglia Zenatello, nel ringraziarlo sentitamente, è lieta ed onorata di partecipare attivamente a questo importante evento, ricordando il legame di due grandi artisti con Verona nel mondo».

«Sono molto felice per l’istituzione del Premio Giovanni Zenatello e a nome di tutta la Fondazione Arena di Verona mi congratulo con il Maestro Guerini e la famiglia Zenatello, amici che ben conosciamo, per la concretizzazione dell’idea di perpetuare il suo ricordo anche in questa forma - dichiara Cecilia Gasdia, Sovrintendente della Fondazione Arena di Verona -. Non smetterò mai di ammirare e ringraziare questo nostro “padre fondatore” che, ancora nel pieno della carriera, si cimentò in un’impresa inaudita, con altrettanto valorosi compagni, in prima persona. E se fu azzeccata la scelta di quel primo titolo nel 1913, l’intuito infallibile fu confermato in seguito, quando scommise per primo su Maria Callas, una delle artiste che avrebbe cambiato l’opera per sempre».

«Confcommercio Verona aderisce con entusiasmo a questa iniziativa che rende omaggio a una personalità di assoluto rilievo della storia veronese: un artista e un manager geniale che merita la riconoscenza di tutti i veronesi e degli imprenditori per l!intuizione che lo portò a ideare la stagione areniana. Grazie al Festival lirico, i nostri territori beneficiano di un evento unico al mondo, spettacolare ed emozionante, che dà lustro, popolarità, autorevolezza e genera uno straordinario indotto economico- dichiara Paolo Arena, presidente di Confcommercio Verona -. Ma egli fu anche lo scopritore di una giovane Maria Callas che ascoltò in un'audizione a New York, intuendone subito il talento e scritturandola nella stagione del 1947, di cui era sovrintendente. Per Maria, Verona fu l!inizio dell!ascesa, preludio di un teatro musicale che lei rivoluzionò per sempre lasciando la sua impronta nella storia e diventando per tutti "la Callas”. Così come nel 1913 Giovanni Zenatello interpretando Radames mostrava la spada che i commercianti veronesi gli avevano offerto a testimonianza della loro riconoscenza per l!eccezionale iniziativa, così oggi Confcommercio è qui per ribadire la sua totale consonanza con un Premio che onora e tiene viva la memoria Sua e quello della Divina Callas in occasione del centenario callassiano».

Festival Maria Callas

Moneta del centenario Maria Callas #100petalicallasverona del Designer Christian Faes

con il patrocinio di

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

Comune di Fiuggi

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

Comune di Fiuggi

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

Comune di Busseto

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

Comune di Catania

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

Accademia Filarmonica di Verona

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

Fondazione Arena di Verona

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

Accademia di Belle Arti Statale di Verona

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

Centro Studi Pier Paolo Pasolini

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

con il patrocinio di - Festival Maria Callas

in esclusiva con

in esclusiva con - Festival Maria Callas

in esclusiva con - Festival Maria Callas

in esclusiva con - Festival Maria Callas

in esclusiva con - Festival Maria Callas

in esclusiva con - Festival Maria Callas

in collaborazione con

in collaborazione con - Festival Maria Callas

in collaborazione con - Festival Maria Callas

in collaborazione con - Festival Maria Callas

media partner

media partner - Festival Maria Callas

media partner - Festival Maria Callas

media partner - Festival Maria Callas

media partner - Festival Maria Callas

media partner - Festival Maria Callas

progetti

progetti - Festival Maria Callas

progetti - Festival Maria Callas

progetti - Festival Maria Callas

progetti - Festival Maria Callas

progetti - Festival Maria Callas

Moneta del centenario di Maria Callas #100petalicallasverona del Designer Christian Faes